Come Iscriversi alla DisCo

Per poter far parte del gruppo DisCo bisogna seguire le seguenti modalità:

  1. mandare a Nicola Barsotti (coordinatore DisCo, nicola.barsotti@cmosteopatica.it) una mail in cui si chiede di far parte del gruppo, allegando un CV in formato letterario in cui si riporta in breve la propria storia, i propri punti di forza/debolezza e cosa si pensa di dare/ricevere nel gruppo
  2. iscriversi alla SIPNEI (nel caso di soci FISieo vi sono quote agevolate; per altre associazioni, vi è la possibilità di creare degli accordi di collaborazione con la SIPNEI)
  3. seguire la formazione interna:
    • versare 40,00 € alla SIPNEI con causale “Iscrizione DisCo SIPNEI”
    • richiedere a Marco Chiera (marco.chiera.90@gmail.com) il materiale della formazione, che sarà inviato, diviso in tre parti, sottoforma di link da cui scaricare video, audio e dispense dell’originario corso base DisCo. Questo materiale comprende i fondamenti della PNEI in generale e applicata alle discipline corporee e i fondamenti della metodologia della ricerca scientifica
    • chiedere a Marco Chiera (marco.chiera.90@gmail.com), dopo aver studiato il materiale di ogni weekend, il questionario di auto-valutazione per la parte PNEI, questionario utile a chi si sta iscrivendo per valutare il suo livello di preparazione
  4. una volta fatta la formazione, si riceverà l’invito alla condivisione dei file su Dropbox e si potrà partecipare alle riunioni della propria area di appartenenza
  5. partecipare ad almeno due riunioni l’anno nella propria area.
  6. partecipare ad almeno una attività l’anno proposta dalla DisCo

I punti 5) e 6) sono fondamentali. Chi non parteciperà alle attività ed alle riunioni, di per sé, si auto-esclude. Questo non vuol minimamente avere uno scopo punitivo ma semplicemente far prendere consapevolezza che, tra adulti, è bene parlarci con franchezza. Chi partecipa alle attività lo fa gratis, per passione, per voglia di condivisione, per crescere umanamente e professionalmente, per confrontarsi. Non è obbligatorio. Non è però accettabile sentirsi dire: “Non posso partecipare perché devo lavorare, o perché ho da fare altro”. Anche chi partecipa in modo attivo lavora e fa altro. Semplicemente si ritaglia del tempo per queste attività a scapito di altre, compreso il lavoro. Capiamo che per tutti non sia sempre possibile, ma essere presenti ad almeno due riunioni di un’ora durante tutto l’anno crediamo sia fattibile. Infine, questo gruppo è nato con l’ottica del confronto. Chi non si confronta mai non ha necessità di partecipare alla Dis-Co.