NEWSLETTER SETTIMANALE

Supplemento telematico a Pnei News direttore Francesco Bottaccioli
registrazione Tribunale di Bologna n° 8038 del 11/02/2010

Attenzione, non rispondere a questa mail.
Se avete necessità di comunicare con noi utilizzate l'indirizzo
segreteria.sipnei@gmail.com

 

  

COVID-19. MEMORIA IMMUNITARIA DA VACCINO. 

UNO STUDIO ITALIANO CONFERMA LE NOSTRE CRITICHE ALLA TERZA DOSE GENERALIZZATA

di Francesco Bottaccioli

In alcuni post su sipnei facebook, commentando gli orientamenti della FDA e dell'AIFA sulla terza dose, ho messo in luce che non ha alcun valore scientifico affidarsi alla misura del livello degli anticorpi neutralizzanti per valutare la persistenza della protezione vaccinale verso il virus e che invece è essenziale valutare la memoria immunitaria linfocitaria, cioè di quelle cellule che conservano traccia dell'incontro con l'RNAm della Spike e che sono pronte a rispondere in modo efficace qualora incontrassero il virus.

Uno studio molto approfondito e dettagliato, realizzato dall'Unità di Neuroimmunologia dell'Istituto di ricerca e cura Santa Lucia di Roma, documenta in modo forte le nostre affermazioni. Sono stati studiati 71 operatori sanitari, vaccinati con Pfizer, in 4 tempi: subito prima della vaccinazione, dopo la prima dose, dopo la seconda dose e a distanza di 6 mesi. Le conclusioni sono nette: a distanza di 6 mesi il livello degli anticorpi neutralizzanti è in calo, anche se ancora significativo, mentre sono ben presenti linfociti T CD4 e CD8 che hanno conservato la memoria immunitaria e che, se stimolati, sono in grado, molto rapidamente e con efficienza, di produrre cloni di T helper e T citotossici capaci di rispondere al virus. I T helper in questione sono Th1 e quindi capaci di orchestrare una risposta completa, basata sullo stimolo ai linfociti B a produrre anticorpi neutralizzanti e sullo stimolo ai linfociti T citotossici a riconoscere e a distruggere le cellule infettate dal virus.

I dettagli molecolari di questo interessantissimo lavoro sono molti che qui non è possibile illustrare, ma voglio concludere con le parole degli autori dello studio: "La nostra ricera suggerisce che la terza dose può non essere necessaria per la gran parte degli individui, poichè oltre il 90% dei vaccinati sviluppa un elevato numero di linfociti T longevi circolanti dotati di memoria specifica, pronti a impegnarsi rapidamente ed efficacemente in un possibile nuovo contatto con il virus".

Quindi, il Comitato tecnico scientifico e il Ministro della Salute dovrebbero riflettere sulla loro indicazione a vaccinarsi per tutti gli over-60. Appare una decisione all'ingrosso, con scarso contenuto scientifico

https://doi.org/10.1101/2021.09.27.462006

 

ANSIA, DEPRESSIONE, PSICOSI: AMBIENTE URBANO E AMBIENTE INTESTINALE IN CONNESSIONE TRA LORO

di Francesco Bottaccioli

È noto da tempo che chi vive in città corre un rischio maggiore di soffrire di un disturbo psicologico e psichiatrico anche grave. L’ultimo studio, pubblicato online il 7 ottobre su Lancet Psychiatry, realizzato da un gruppo interuniversitario internazionale, è di quelli che pongono una solida base epidemiologica all’affermazione precedente. Sono state prese in esame ricerche che hanno riguardato 191 paesi a livello mondiale e la conclusione è netta: si conferma la relazione tra incremento della densità urbana e incremento dell’incidenza di comuni disturbi mentali (CMD, Common Mental Disorders) come depressione, ansia e dipendenza.
L’immagine, tratta dalla ricerca, documenta la connessione, che è inquietante perché l’umanità continua ad ammassarsi in città sempre più grandi e diffuse. Oggi, più della metà della popolazione mondiale vive in centri urbani e si prevede che al 2050 sarà il 70%.Per spiegare il fenomeno, i ricercatori sono ricorsi a un modello complesso che integra l’ambiente fisico (inquinamento aereo e acustico), quello sociale (solitudine, difficoltà di mobilità) e quello individuale (alimentazione, sedentarietà, vissuti psichici). Questi elementi interagiscono tra di loro e concorrono all’instaurarsi del disturbo. Come sappiamo il paradigma PNEI spiega i meccanismi fisiopatologici e molecolari che dall’ambiente vanno all’individuo e viceversa. Per esempio, l’inquinamento aereo è un potente fattore infiammatorio, che può innescare infiammazione sia respiratoria che cerebrale. Così lo stress causato dalla solitudine sappiamo che altera epigeneticamente l’attività delle cellule immunitarie e anche dei neuroni. Una persona con un disturbo psichico è anche una persona che si alimenta malamente e che è tendenzialmente sedentaria: due fattori che tra l’altro alterano il microbiota intestinale. E qui interviene una seconda ricerca, una meta-analisi pubblicata online su JAMA Psychiatry il 15 settembre scorso che ha stabilito un alterato profilo microbiotico intestinale comune a depressione, ansia, disturbo bipolare e schizofrenia. I ricercatori hanno trovato una diminuzione dei ceppi che producono butirrato, nota sostanza antinfiammatoria, e un aumento di ceppi che producono sostanze infiammatorie. Si conferma quindi che intervenire con un' alimentazione antinfiammatoria ed eventualmente con altri strumenti naturali (pre e probiotici, piante) di controllo dell’infiammazione intestinale, è molto utile nel quadro di un trattamento integrato dei disturbi psicologici e psichiatrici.
Insomma, il paradigma della PNEI, che studia la salute psicologica nel quadro del network umano e delle sue relazioni con l’ambiente fisico e sociale, trova nuove e importanti conferme empiriche. Di questo abbiamo trattato nell’articolo della Commissione nazionale Sipnei Discipline Mentali pubblicato su Pnei Review n.1/2021 e di questo ho parlato a Milano sabato 16 ottobre 2021 nel Seminario che mi è stato chiesto dalla Scuola di specializzazione in psicologia psicoanalitica Isipsé. Con grande interesse da parte degli allievi e didatti dell'Istituto. 

 

DEGENERAZIONE ED ERNIA DISCALE: GLI EFFETTI DELL’IL-17 E I RISVOLTI CLINICI

di Nicola Barsotti - Commissione Discipline Corporee

L’IL-17 è una citochina estremamente infiammatoria che viene rilasciata in contesti di flogosi conclamata. Gli effetti del suo rilascio sono stati ampiamente studiati e, proprio a causa dei gravi danni che provoca, sono stati immessi nel mercato vari farmaci che cercano di limitarne gli effetti distruttivi. 

In questo studio sono stati presi campioni di tessuto discale da pazienti sottoposti ad intervento chirurgico. Sono stati valutati 10 campioni erniati e 13 non erniati (malattia degenerativa del disco). I risultati hanno messo in evidenza che non c'era differenza significativa nei livelli di espressione genica tra i due gruppi di campioni. Di contro, vi era una differenza significativa nei livelli di espressione di IL-17 nei dischi più degenerati rispetto a quelli meno deteriorati (p 0,0001).

Questi dati mettono in evidenza il ruolo importante dell’IL-17 nelliniziare e nel far progredire la degenerazione discale. Non a caso le cellule dell'annulus e del nucleo polposo esposte a IL-17 hanno mostrato un aumento significativo della produzione di PGE2, IL-6 e ossido nitrico oltre ad un aumento di espressione della molecola di adesione intercellulare (ICAM-1). A ciò va aggiunto che lIL-17 ha noti effetti osteoclastogenici su fibroblasti e osteoblasti e, inoltre, attiva le citochine infiammatorie locali. Ciò porta al danneggiamento della matrice extracellulare (stimolazione delle metalloproteinasi) e allinibizione degli elementi di riparazione della matrice come il collagene ed i proteoglicani.

Dal punto di vista clinico tutto questo ci dice in questi pazienti potrebbe essere estremamente utile non solo somministrare farmaci antinfiammatori, ma intervenire anche con una terapia di terreno come, ad esempio, unalimentazione antinfiammatoria o il biofeedback. In futuro, pertanto, sarà necessario studiare la combinazione tra stimoli meccanici, antinfiammatori naturali e farmacologici per la gestione di questi pazienti.

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/23627571/

 

PNEI NEWS. E' USCITO IL N.4/2021

SOMMARIO

EDITORIALE

La forza della psiche nello sport e nella vita.

Una riflessione su questa estate di successi sportivi

di David Lazzari

INTERVISTA

Manifesto per un cambio di paradigma in medicina.

Ne parliamo con Luigi Fontana, primo firmatario, studioso dell’invecchiamento

A cura di Paola Emilia Cicerone

SPORT E SALUTE

Lo sport che verrà

di Elena Campanini

STRESS LAVORATIVO

Tollerare il lavoro a turni in ospedale

di Andrea Minelli

Regole perché il lavoro sia davvero smart e non semplice telelavoro

di Pietro Bussotti

MEDICINA FILOSOFIA E RELIGIONE

La medicina e la filosofia sotto l’islam antico. Il presente come storia

di Francesco Bottaccioli

Leggi l'articolo

 

UNIVERSITA' DELL'AQUILA. 

APERTE LE ISCRIZIONI AL MASTER DI II LIVELLO IN PNEI E SCIENZA DELLA CURA INTEGRATA

PER OTTOBRE-NOVEMBRE SI ATTENDONO I BANDI PER ISCRIVERSI AI MASTER IN PNEI A NAPOLI FEDERICO II 

E A ROMA TOR VERGATA

Ci si può iscrivere fin da subito alla nona edizione consecutiva del Master di II livello in Pnei e scienza della cura integrata, realizzato dal Dipartimento medicina clinica ambiente e scienze della vita dell'Università dell'Aquila in convenzione con la SIPNEI. Come nella edizione in corso le lezioni verranno svolte al 50% da remoto consentendo così un minor aggravio di spese e di tempo da parte dei discenti. Si possono iscrivere al master medici, psicologi, biologi, farmacisti, operatori sanitari in possesso di una laurea quinquennale. Il master è diretto dai professori: Mauro Bologna (coordinatore) ordinario di patologia generale, Grazia Cifone ordinaria di immunologia, Rita Roncone ordinaria di psichiatria e Francesco Bottaccioli fondatore Sipnei ecco il link: https://www.univaq.it/section.php?id=1803&idmaster=266

UNIVAQ.IT Didattica - Scheda Master: Psico-neuro-endocrino-immunologia e scienza della cura integrata

 

 

LA SIPNEI COMPIE 20 ANNI.
SEMINARI GRATIS PER I SOCI. 

GLI APPUNTAMENTI DI NOVEMBRE

Prosegue, come da programma, il ricco calendario di seminari che sta riscuotendo molto interesse da parte di soci e non soci Sipnei.

LE MEMBRANE DELL’ORGANISMO UMANO, NOVITA’ FISIOPATOLOGICHE Primo incontro 6 novembre 2021 ore 15,30 – 19,30 

Introduzione di Francesco Bottaccioli. A 220 anni dal Trattato sulle membrane di F.X. Bichat 

La fascia | Nicola Barsotti 

La cute | Marco Chiera 

Le membrane meningee, i sistemi linfatico e glinfatico cerebrale | Paolo Zamboni La mucosa e il sistema immunitario delle mucose | Francesco Bottaccioli 

La membrana mitocondriale: energia e ossidazione | Attilio Cavezzi

Secondo incontro 20 novembre 2021 ore 15,30 – 19,30 

L’uomo come membrana biologica: interazione epigenetica con l’ecosistema | Alex Regno 

Ciò che divide unisce: dalla cellula alle emozioni, le membrane e le interfacce dell’autoregolazione Fabio Sinibaldi e Diego Lanaro

Membrana intestinale, microbiota, leaky-gut e Trattamento Manipolativo Osteopatico: quali relazioni | Riccardo Desideri 

Discipline orientali e membrane: dal micro al macrocosmo | Chiara Cusa

Per i non soci l’iscrizione ad ogni incontro costa 40,00 euro, studenti, specializzandi tirocinanti 25,00 euro. Per i soci Sipnei in regola con le quote associative l’iscrizione è gratis.   

L’iscrizione per i soci SIPNEI e AIMF è gratuita. Per i non soci ogni incontro costa 40,00 euro, studenti, specializzandi, tirocinanti 25,00 euro.

Iscriviti alla Sipnei, avanza la tua candidatura per associarti seguendo la procedura presente in www.sipnei.it

Come vantaggio immediato avrai gratis questa formazione scientifica e professionale unica. Farai parte del movimento scientifico internazionale che sta innovando la ricerca, la didattica e la cura

Per informazioni: segreteria.sipnei@gmail.com

Se sei un socio che non ha ancora rinnovato la quota fallo subito, conviene!

Vedi il depliant con il programma completo dei seminari

 

 

ATTIVITA' DELLE SEZIONI SIPNEI

LA SEZIONE CAMPANIA PROMUOVE UN CORSO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO IN 4 INCONTRI 

La SIPNEI Campania organizza e propone un corso di aggiornamento in 4 incontri (da ottobre 2021 a maggio 2022) dal titolo “Obiettivo Salute: il paradigma PNEI”.

Il corso, compatibilmente con lo stato di Emergenza Sanitaria Covid-19, si terrà in presenza. Per ciascun incontro prevediamo tre relazioni scientifiche di circa 45 min, intervallate da una pausa caffè e al termine una tavola rotonda con discussione, per una durata complessiva di 4 ore (16 ore ciclo intero).

L’evento sarà accreditato per le seguenti figure sanitarie ECM: Medici chirurghi, Medici di medicina generale, Medici odontoiatri, Pediatri, Neuropsichiatri infantili, Biologi e Psicologi; 4 ECM per singolo incontro\16 ECM per il corso completo; provider: Akesios.

VEDI IL PROGRAMMA COMPLETO DEL CORSO

 

ATTIVITA' DEI SOCI SIPNEI

La piattaforma eLearning Accademia MIBES, propone 3 corsi online a tema PNEI 

L'Accademia MIBES- Medicina Integrata Benessere e Salute, che ha tra i suoi promotori i soci Nicola Barsotti, Marco Chiera e Diego Lanaro, è una innovativa piattaforma eLearning che propone una serie di Corsi di formazione di grande interesse, in cui la PNEI ha un ruolo di rilievo. Qui di seguito, i corsi già disponibili centrati sulla PNEI:

• Psiconeuroendocrinoimmunologia: fondamenti fisiopatologici e principi di cura integrata

• Docenti: Francesco Bottaccioli e Anna Giulia Bottaccioli

• Durata: 12 ore e 30 minuti di videolezioni

• 27 crediti ECM

• Per tutti coloro che vogliono conoscere i fondamenti scientifici della PNEI e della medicina integrata

-PNEI e Osteopatia: le basi teoriche per una clinica efficace

• Docenti: Nicola Barsotti, Diego Lanaro e Marco Chiera

• Durata: 15 ore di videolezioni

• 33 crediti ECM

• Per tutti gli osteopati che vogliono fondare la loro pratica su solide basi scientifiche e aprirsi alla collaborazione con altre figure sanitarie

• Per tutti coloro che vogliono conoscere approfondire il ruolo dell’osteopatia nella cura e promozione della salute

-La PNEI e il Sistema Miofasciale: le basi scientifiche per approcciarsi al corpo

• Docenti: Nicola Barsotti, Diego Lanaro e Marco Chiera

• Durata: 14 ore di videolezioni

• Per tutti coloro che vogliono conoscere la fisiologia del corpo in ottica PNEI e comprendere i meccanismi alla base delle discipline corporee e delle terapie manuali

Oltre ad accedere alle videolezioni, la piattaforma permette di interagire tramite messaggistica privata, forum, chat, scambio di materiale, webinar di approfondimento e altro ancora con i docenti e i compagni di corso. https://accademiamibes.it/ 



LA PNEI NEI CORSI DI LAUREA DI MEDICINA E PSICOLOGIA

Nel corso di laurea in Medicina e Chirurgia dell'Università dell'Aquila a partire da quest'anno accademico gli studenti del III e IV anno hanno la possibilità di iscriversi a un corso di Psiconeuroendocrinoimmunologia tenuto da Mauro Bologna, Francesco Bottaccioli, Anna Giulia Bottaccioli e David Lazzari.
Gli studenti della specialistica in Psicologia clinica dell'Università San Raffaele di Milano per il quarto anno consecutivo seguono con grande interesse il corso di Psicosomatica-Pnei tenuto da Anna Giulia Bottaccioli.
Gli studenti della specialistica in Psicologia e neuroscienze dell'Università di Milano Bicocca seguiranno in ottobre 2021 un seminario sulla Pnei tenuto da Francesco Bottaccioli.
Prosegue il lavoro della SIPNEI di diffusione del paradigma Pnei nelle Università Italiane.

 

X Congresso internazionale di ARTOI sulla oncologia integrata. Roma 12-13-14 Novembre 2021

 Con il patrocinio dell'Ordine dei Medici di Roma, dell'Università La Sapienza, del CNR e della SIPNEI.

Per la SIPNEI intervengono nel pomeriggio di venerdì 12 novembre: Franco Cracolici e Francesco Bottaccioli.
EPIGENETIC AND PREVENTION
Chairpersons: Carla Fiorentini, Gennaro Ciliberto
15.00-15.30 Ernesto Burgio Cancer: from genetics to epigenetics
15.30-15.50 Franco Cracolici Acupuncture and oncology: from genetics to acquired energies
15.50-16.10 Francesca Andreazzoli Nutrition: prevention and epigenetic modulation
16.10-16.40 Francesco Bottaccioli Psychoneuroendocrinoimmunology and epigenetic
16.30-17.00 DISCUSSION

Vedi il programma completo

 

Terapia integrata per la prevenzione e la cura del trauma. 

12 novembre 2021.Congresso con Hub a Varese

13/14 novembre 2021.Live Webinar

Essere Esseri Umani, un gruppo di psicoterapeuti e di trainers professionisti
guidati da Marta Zighetti, psicoterapeuta e supervisore EMDR,
organizza un convegno che si terrà dal 12 al 14 Novembre in modalità
ibrida (residenziale e virtuale). Il congresso ha il patrocinio SIPNEI.

Sabato 13 novembre 10:30 - 11:15 Stress cronico e trauma, fisiopatologia e clinica secondo la
Psiconeuroendocrinoimmunologia
Francesco Bottaccioli

Vedi il programma completo allegato

 

SIPNEI – Intesa San Paolo Ag 16 viale Parioli 16/E – Roma

IBAN: IT90B0306905077100000000203

BIC:BCITITMM – Specificando la causale.

---

Per informazioni sulla SIPNEI

email: balena incontri bergamopresidiato giornalmente incontri bisex torino

Telefono: 388.9594721 - 06.65009149
Lunedi - Mercoledì - Venerdì dalle 17.00 alle 19.00
Sabato 9.00 -13.00 e 15.00 -19.00

---

SEGUICI SUI SOCIAL NETWORK

---


SCARICA GRATIS L'APP SIPNEI

dal GOOGLE PLAY STORE

---