Noel Rose, “padre dell’autoimmunità”, è scomparso recentemente

pubb. giovedì, 27 Agosto, 2020


   Alla fine di luglio 2020 è venuto a mancare, all’età di 93 anni, Noel Rose, immunologo, patologo e microbiologo molecolare che ha dedicato gran parte della sua attività di studioso al fenomeno dell’autoimmunità, tanto da essere indicato da molti come il “padre dell’autoimmunità”.

   Attivo nel corso della sua lunga carriera in numerose Università statunitensi (Yale University, University of Pennsylvania, University of Buffalo School of Medicine, Wayne State University School of Medicine, ed infine nella Johns Hopkins University School of Medicine in Baltimora), Noel Rose ha dimostrato per primo, attorno agli anni ’70 del ‘900 che le malattie autoimmunitarie si collegano a tratti genetici rintracciabili negli antigeni di istocompatibilità, ma che possono essere indotte soprattutto da fattori ambientali (infezioni virali) e da procedure sperimentali speciali, come l’inoculo endovenoso di proteine “self” che normalmente si trovano al di fuori dal contatto con il sangue.

   Di importanza fondamentale sono stati i suoi studi sulla tireoglobulina nel coniglio e nell’uomo (Tiroidite autoimmune, da lui studiata a lungo nei modelli sperimentali animali). Tali proteine “sequestrate” non sono normalmente note al sistema immunitario e possono quindi, se riconosciute come estranee in qualche momento della vita, essere attaccate dal sistema immunitario stesso con lo scatenamento malattie autoimmuni (contro antigeni “self” non tollerati). Di grande importanza le osservazioni di Noel Rose sul contributo preponderante delle cause ambientali, come dimostra l’incidenza elevata di queste malattie nei paesi industrializzati ed anche in quelli in corso di sviluppo tumultuoso, mentre le terapie farmacologiche lasciano molto a desiderare. Di qui il ruolo fondamentale della prevenzione e del coinvolgimento multisistemico dell’organismo, di preciso interesse PNEI.

   Attorno agli studi di Rose si sono successivamente sviluppate numerose linee di ricerca, sicché appare davvero meritato per lui l’epiteto di “padre” di questo settore della medicina interna e della immunopatologia.

   Una biografia più approfondita ed estesa su Noel Rose sarà pubblicata sul prossimo numero di PNEI Review (autunno 2020) che è interamente dedicato al tema delle malattie autoimmunitarie.

Mauro Bologna
Professore di Patologia Generale, Università dell’Aquila
Presidente SIPNEI